Valéry on the beach

Descartes avrebbe fatto meglio a scrivere: Soffro, dunque sono.

Quando è in gioco l’energia di prima qualità, le resistenze ne aumentano l’emissione. Gli insuccessi non contano. Colpo nullo. Così i giocatori, gli amanti e tutti gli appassionati.

L’essere che più si fa amare è quello che concede di più all’invenzione, che stimola l’invenzione, che si fa creare e ricreare dall’altro.

Paul Valéry, Quaderni (volume quinto), Adelphi, 2002.

Alcuni mi hanno fatto dei complimenti per la mia “intelligenza”.
Voi non immaginate quanto questo costi; quanto poco renda. Pessimo affare.

Il mio tratto intellettuale più costante, più pronunciato è questo: tutto ciò che mi viene detto – tutto ciò che leggo mi appare come qualcosa che debba essere tradotto.

Osservazione. Sono preciso nelle cose generalmente vaghe e vago nelle cose generalmente precise.

Paul Valéry, Quaderni (volume primo), Adelphi, 2002.