Politics, o della narratio interrupta

Last Updated on 3 Dicembre 2003 by CB

E’ indubbio: i libri che parlano di sesso sono molto trendy. A Londra entusiasma i critici il talentuoso ventiquattrenne Adam Thirlwell, autore di Politics. Una sex comedy ben scritta, se per ‘bene’ si intende una certa abilità; ma anche sopravvalutata.L’aspetto più originale è l’ironica voce narrante, che entra spesso nella trama, anticipa e commenta, e alterna la storia a digressioni più o meno erudite, da Milan Kundera a Elsa Schiaparelli passando per Stalin.

Se non fosse che le interruzioni del narratore tendono a dissipare la naturale ambiguità della storia, risultando in qualche modo autoritarie, e poi introducono delle osservazioni piuttosto banali. L’arte della digressione necessita di un respiro più robusto per essere sorretta. Altrimenti ri riduce a un escamotage per dare ritmo – cosa che in effetti accade – alla storia.

Il sesso è al centro della storia. Anche se l’autore-narratore ci dice da subito che non si tratta di un libro sul sesso, ma sulla ‘politica’, sulle strategie che stanno dietro un rapporto amoroso.

Il protagonista, un attore ebreo di nome Moshe, ama Nina, molto legata al suo ‘papi’-papà rimasto vedovo. Nina s’invagisce dell’amica bisessuale di Moshe, l’anglo-indiana Anjuli. Scatta il ménage a trois nel quale tutti i personaggi sembrano mossi da altruismo più che da egoismo, e dove le puntigliose descrizioni di incontri sessuali e pratiche trasgressive hanno un effetto prevalentemente umoristico.

Questo è il punto più interessante, e ‘perverso’ del romanzo. L’erotismo diventa insignificante, la trasgressione del tutto inoffensiva, il sesso asessuato, l’effetto fumettistico. Lo stile ci ricorda, ma da lontano, Woody Allen. Perché l’interesse dell’autore, come per il nevrotico Woody, è raccontare le ansie le indecisioni e i dubbi e dintorni della sessualità.

Divertenti i momenti in cui il narratore teorizza sui triangoli. «Per molti versi, un triangolo è l’espressione sessuale più avanzata. E’ l’utopia socialista del sesso. Un vantaggio del triangolo è che i compiti possono essere equamente distribuiti.(…) Perché dunque, se era un’utopia sessuale, il triangolo non era la perfezione?» (cb)

Biografia
Adam Thirlwell è nato nel 1978. Vive tra Oxford e Londra e collabora al periodico letterario Areté. Il suo nome è stato segnalato dalla rivista Granta fra i migliori narratori britannici delle nuove generazioni. Politics è il suo primo romanzo.

Su Internet
Recensione su The Observer

Rispondi

Ama nesciri

Ama nesciri

Archives

Translate