Quell’irresistibile fascino molvano

Last Updated on 13 Novembre 2004 by CB

Cosa succede se tre australiani mattacchioni decidono di scrivere una parodia delle tradizionali guide turistiche stile Lonely Planet? Che nasce un ‘suggestivo’ Paese dell’Europa Orientale come la Molvanîa, di cui il sito omonimo offre un allettante video di presentazione. Un vero peccato che non esista, questa terra mai raggiunta dai dentisti…Qualche stralcio del libro già best seller in Australia e Gran Bretagna. Oggi la Molvanîa è un Paese di forti contrasti, stretto tra il vecchio e il nuovo mondo … che ha ottenuto indici di valutazione economica lusinghieri dal Fondo monetario internazionale, ma deve ancora dichiarare la messa al rogo delle streghe un reato penalmente perseguibile.

Il tricolore della Molvanîa è unico per il fatto che presenta soltanto due colori. Dopo la caduta della cortina di ferro, la Molvanîa è stato l’unico degli stati dell’ex Unione Sovietica a conservare i simboli della falce e del martello. Non solo, l’identificazione con i simboli dei lavoratori era tale che si decise di aggiungerne un terzo: la vanga.

Ancora oggi, nei momenti di recessione economica, l’aglio viene accettato come moneta nazionale (soprattutto nell’Est del Paese).

Naturalmente la Molvania si trova anche in piena sintonia con la sua anima moderna e città come Lutenblag vantano una vita notturna tra le piú all’avanguardia d’Europa. Vi si incontrano giovani studenti molvaniani alla moda che trascorrono le notti ballando ai ritmi di un complesso fzdari (definito da un turista ‘l’accoppiamento del tecno-trance con la mazurka’). O forse si può anche fare un giro per l’immenso impianto automobilistico di Bardjov, dove dignitosi operai producono lo Skumpta, l’autovettura nazionale della Molvania, dal caratteristico interno squisitamente rifinito in legno compensato.

Vaccinazioni consigliate. Colera, tifo, difterite, epatite A, epatite B, polio, tubercolosi, epatite C, meningite, malaria, tetano, febbre rompiossa, encefalite da zecca. A coloro che intendano recarsi nelle zone di campagna si consiglia anche l’iniezione per l’antrace.

Vedi anche: Nel regno dei libri (im)possibili

Su Internet
Recensione sul Guardian
Guide Lonely Planet
JetLag – For The Undiscerning Traveller

About Post Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi